Un sito di interesse comunitario

Questo stupendo specchio d’acqua naturale è per dimensione il secondo del Veneto, si trova circondato dai Monti dell’Alpago e a due passi dalla Foresta del Cansiglio. Dall’ampia spiaggia parte un sentiero che si inoltra nell'Oasi Naturalistica di Sbarai: un mosaico di boschi e canneti con numerose postazioni dove poter osservare l’avifauna. La zona di Sbarai come l’intero lago sono inseriti nella Rete Natura 2000 come Sito di Interesse Comunitario.

Grazie alla presenza della fitta vegetazione, infatti, le sue sponde offrono un ottimo luogo di sosta e riparo per gli uccelli migratori e per la riproduzione degli uccelli acquatici. La fauna ittica è inoltre ricca e varia grazie anche ad un Centro Ittiogenico (situato in zona Lastra) che ne permette il ripopolamento in maniera costante.

Il lago, di origine tardo-glaciale, è alimentato dal Torrente Tesa, da piccole risorgive e da un canale artificiale. Le sue rive sono popolate da paesi e villaggi che conservano ancora esempi delle tipiche architetture locali: la possibilità di girare a piedi e in mountain bike permette di apprezzare lentamente tutte le sfumature del paesaggio.

Le visite all’area possono essere svolte tutto l’anno ma consigliamo il periodo primaverile (aprile-giugno) e autunnale (periodo di importante passo migratorio)  con modalità da concordare al momento della prenotazione, compilando il modulo CONTATTACI (in alto a destra).