EDUCAZIONE AMBIENTALE

Far conoscere ai bambini il mondo della natura dovrebbe essere considerato uno degli eventi più importanti delle loro vite.

Thomas Berry

 

INTRODUZIONE

Fare attività, immersi nella Natura, permette a bambini e ragazzi di vivere i limiti dell’ambiente ed i propri, imparando a gestirli e superarli.

Inoltre, l’esperienza diretta e piacevole con la natura permette loro di riconoscere spontaneamente il valore dell’ambiente naturale.

Mai come ora, il contatto diretto con l’ambiente naturale è così lontano dalla nostra quotidianità, soprattutto nei giovani. Per questo motivo abbiamo pensato a varie tipologie di attività, per unire l’aspetto didattico ad una importante esperienza di condivisione con i compagni, lontano dall’ambiente quotidiano.

 

Scarica il catalogo completo: Catalogo Didattico (aggiornato al 2017)

 

 

Prealpi Trevigiane

Altri luoghi da poter visitare

Il Giardino della Memoria Fruttale

Il Centro di Appassimento del Torchiato di Fregona

La Costa di Fregona


Il castello di Piai

Situato a 462 m sul livello del mare, il Castello di Piai ebbe un importante passato di città – castello di un complesso sistema difensivo che, dalla fine del XII alla fine del XIV, interessò il territorio Cenedese (corridoio che si allungava tra i fiumi Piave e Livenza e si distendeva dalle pendici delle Prealpi fin quasi ai limiti litoranei dell’Adriatico). Oggi ne rimangono solo i ruderi, ma il comodo sentiero che lo collega alle Grotte del Caglieron ne fa una meta di crescente interesse.

 

Durata: 1 ora circa

Periodo: tutto l’anno

Temi: storia, ecologia, natura


FREGONA: LA PORTA DEL CANSIGLIO

LE GROTTE DEL CAGLIERON: UN’OPERA DELLA NATURA E DELL’UOMO TUTTA DA RISCOPRIRE
Il percorso attrezzato segue il torrente Caglieron, lungo la forra dove è stato ricavato un complesso di cavità artificiali, nel corso dell’antica attività estrattiva dell’arenaria, la “piera dolza” (dal XVI a metà del XIX secolo). L’ambiente è caratterizzato da numerose cascate, da marmitte e dal vorticoso torrente che, nel corso di milioni di anni, è riuscito a scavare profondamente gli strati alternati di conglomerato calcareo, arenarie e marne del Miocene medio.

Durata: 2 ore circa
Periodo: tutto l’anno, salvo presenza di ghiaccio lungo il percorso attrezzato
Temi: acqua, geologia, storia, ecologia, natura


Cansiglio

Immersi nella Natura… per due giorni!

Primo giorno: arrivo in Pian Cansiglio al mattino, accoglienza, sistemazione nelle camere presso le strutture ricettive e partenza per una facile escursione per conoscere l’ecosistema della Foresta. Pranzo al sacco. Il pomeriggio sarà dedicato alla visita del Museo Ecologico per approfondire i temi legati alla fauna, agli ecosistemi e alla geologia. Tempo libero e cena presso un locale convenzionato. Escursione notturna per conoscere gli animali della notte, ascoltando se stessi e qualche storia del Cansiglio. E poi tutti a dormire.

Secondo giorno: dopo colazione, un po’ di sport con l’orienteering, la disciplina che permette agli alunni di orientarsi ed esplorare il bosco autonomamente, grazie alla cooperazione e al gioco di squadra. Pranzo al sacco o presso un locale convenzionato. Al pomeriggio visita al Museo Etnografico e al sito paleobotanico Palughetto, rientro a casa.

Adatto a: classi quarta e quinta della scuola primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado

Trasporti: pullman al seguito (non incluso)

In primavera è possibile ammirare il risveglio della natura, l’autunno è dedicato alla stagione degli amori dei cervi e allo spettacolo che il cambio di colore delle foglie dei faggi regala. L’inverno dona la magia della neve e la possibilità di esplorare questo mondo ovattato con le ciaspe e/o fare attività sportive (sci, sleddog).


ALLA SCOPERTA DELLA GRANDE FORESTA

Andremo alla scoperta della ricca biodiversità della Foresta del Cansiglio: animali grandi e piccoli, fiori, arbusti ed alberi. Affineremo i nostri cinque sensi, troppo spesso sopiti, ed emtreremo in contatto con lo spirito profondo della Natura.

Durante il percorso potremo osservare ambienti vari e alcune Riserve Naturali, dove la mano dell’uomo ha abbandonato da molto tempo le attività di taglio ed esbosco, e comprendere le differenze tra bosco naturale e bosco gestito.

 

Durata: mezza giornata o giornata intera

Periodo: tutto l’anno

Temi: ecologia, ecosisitema, flora, fauna, natura


Conca dell'Alpago

Il Museo di Storia Naturale

Allestito nella ex scuola elementare di Chies d’Alpago, presenta ricchissime collezioni e reperti riferibili a tutti gli aspetti naturalistici della Provincia di Belluno. Al suo interno sono state ideate proposte didattiche adatte alle diverse classi di età:

  1. Scuola dell’infanzia e primo biennio della scuola primaria
  2. Ultimo triennio della scuola primaria
  3. Scuola secondaria di primo grado
  4. Scuola secondaria di secondo grado

Ovviamente tutte le proposte possono essere arricchite da escursioni di mezza giornata o di giornata intera attraverso la conca dell’Alpago

Durata: 2 ore (giornata intera)

Periodo: primavera e autunno

Temi: geologia e mineralogia, botanica, zoologia, paleontologia, ecologia e anatomia umana


Il Lago del Vento

Il Lago di Santa Croce, il secondo del Veneto per grandezza, si trova ai piedi del Cansiglio ed è circondato dai monti dell’Alpago. Di grande impatto paesaggistico, presenta un’importante oasi naturalistica, un mosaico di boschi e canneti fino alla zona parzialmente sommersa della palude.

Questo è l’ambiente ideale per mostrare a bambini e ragazzi come le attività umane incidano sugli habitat importanti per la fauna e sull’equilibrio sempre mutevole tra conservazione e utilizzo delle risorse naturali.

 

Durata: mezza giornata

Periodo: primavera e autunno

Temi: acqua, geologia, fauna, ecologia, natura


Caneva-Polcenigo

ORIENTEERING AL CASTELLO DI CANEVA

Tra i castelli che fungevano da cinta difensiva pedemontana, quello di Caneva è uno dei più interessanti e fruibili. Sorgendo sul Col de Fer lo rendevano quasi inespugnabile  e più volte nel medioevo respinse gli attacchi degli invasori orientali. La zona del Castello oltre a essere interessante dal punto di vista storico è anche un luogo di particolare biodiversità vegetale e faunistica. Da quest’anno inoltre una mappa da orienteering ne permette la frequentazione didattico-sportiva

Durata: mezza giornata

Periodo: tutto l’anno

Temi: rocce, archeologia, storia, ecologia, flora, orientamento, topografia


IL PALU’ DI LIVENZA: LE ACQUE RACCONTANO

Patrimonio Mondiale dell’UNESCO dal 2011, il Palù di Livenza è un’area paludosa situata tra i comuni di Caneva e Polcenigo, creata dall’azione delle acque che in questa zona risalgono in superficie dal sottosuolo, dando origine al fiume Livenza. Ospita una ricca vegetazione tipica delle aree umide, ma anche uno dei più belli siti palafitticoli di età neolitica presenti nell’Italia settentrionale. I ragazzi potranno conoscere più a fondo questo tipo di ambiente naturale, ormai sempre di più in via di estinzione, scoprire la storia che si cela nelle sue acque e le abitudini dell’uomo preistorico.

Durata: mezza giornata

Periodo: primavera e autunno

Temi: acqua, archeologia, storia, ecologia, ecosistema, flora, natura